(AdnKronos) – (Adnkronos) – ‘La Regione – ricorda l’Assessore – fin dal 2010 indica nelle linee guida una soglia massima del 30% di presenza di minori stranieri nelle classi, indicazione che venne poi assunta come percentuale di riferimento dal Ministero dell’Istruzione. Purtroppo ‘ aggiunge – l’effettiva realizzazione è risultata assai difficile e ora, a Venezia, siamo passati al concreto”.
‘Rivolgo ‘ aggiunge l’Assessore regionale ‘ un particolare ringraziamento all’Assessore Venturini: la proposta pratica, infatti, è stata condivisa grazie alla sua iniziativa. Probabilmente perché Venturini risiede a Marghera, in una delle zone più difficili per l’integrazione, è riuscito ad approcciare la questione con l’ottica di chi vive sul territorio e ne conosce quindi bene la realtà”.
L’Accordo intende stabilire le azioni necessarie per assicurare la formazione di tutti gli alunni, favorendo i processi di integrazione, attraverso un’equa distribuzione degli alunni di origine migratoria nelle scuole del territorio del Comune di Venezia, allo scopo di garantire pienamente il diritto di accesso al sistema scolastico.