Roma, 21 feb. (AdnKronos) – “Il danneggiamento del monumento che ricorda le vittime della strage di via Fani è un oltraggio non solo alla memoria di un uomo che ha avuto un compito fondamentale nella costruzione della nostra Repubblica, ma anche uno sfregio alla nostra democrazia. Si tratta di un segnale inquietante e pericoloso che insieme ad altri testimonia la perdita di valori collettivi”. Lo dichiara Giuseppe Fioroni del Pd, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro.
“C’è una campagna di odio, che continua anche oggi, a 40 anni da quell’efferato delitto. Aldo Moro era l’uomo del dialogo, dell’inclusione e della pace. Le forze politiche condannino con la maggiore forza possibile quanto avvenuto, evitando ogni forma di sottovalutazione degli anni di piombo e della cultura di violenza che ne fu alla base. Ci sono forze, e Moro ne ha fatto parte, che hanno lottato per la libertà, per l’affermazione dei principi democratici, e non accettiamo questo clima di odio che spinge verso un ritorno al passato”.
“Esprimo la mia solidarietà e vicinanza alle forze dell’ordine ed ai familiari delle vittime di via Fani auspicando che vengano assicurati alla giustizia i responsabili di questo gesto oltraggioso nei confronti di uomini che hanno pagato con il sacrificio della vita il proprio servizio allo Stato”, conclude.