Roger Federer
LaPresse/Reuters

Roger Federer ha parlato della possibilità di vederlo giocare ad un’altra Olimpiade: lo svizzero ha spiegato il suo pensiero in merito a Tokyo 2020

Roger Federer ha un talento naturale che non sembra conoscere le insidie del tempo e dell’età. Il campione svizzero che dopo il brutto infortunio del 2016 sembrava sul punto di ritirarsi, si è portato a casa 3 Slam su 4 giocati nel giro dell’ultimo anno solare. Questa sera, in quel di Rotterdam, se riuscisse a battere Haas potrebbe addirittura tornare numero 1 al mondo dopo 5 anni, battendo il record di Agassi come il tennista più ‘anziano’ a sedersi sul trono ATP all’età di 36 anni. Numero che in realtà appare solo sulla carta d’identità: in campo Roger gioca come fosse un ventenne. Condizione che potrebbe portarlo addirittura a giocarsi le sue chance per una medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020, l’unico trofeo che manca nella sua bacheca (ha un argento in singolo e un oro in doppio). Intervistato a Rotterdam, Federer ha parlato di questa possibilità:

“Rio 2016 era un obiettivo per me. Se fino ad allora starò ancora giocando, fantastico. Ma non devo per forza giocare un’altra Olimpiade prima del ritiro. Tokyo 2020 è troppo lontano e non so cosa accadrà fino ad allora. Sarebbe bello ma non posso dirlo per certo”