(AdnKronos) – (Adnkronos) – “Questa decisione qualifica il nostro territorio in termini di sostenibilità nella produzione vitivinicola e agricola più in generale ‘ affermano i 15 Sindaci della DOCG -. è un passo ulteriore verso la tutela della salute dei residenti e l’appetibilità e attrattiva turistica, legittimando a pieno la sua candidatura a sito tutelato dall’Unesco. Salute ed economia, tutela dell’ambiente e sviluppo non vanno messi in contrapposizione ma devono essere le due facce della stessa ‘crescita sostenibile” del nostro territorio”.
“Noi viticoltori abitiamo da generazioni in questo territorio dove lavoriamo – dichiara Innocente Nardi, presidente del Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore – e da lungo tempo collaboriamo con le Amministrazioni comunali nella tutela dell’ambiente e del territorio. Dal 2011 il Consorzio ha intrapreso un percorso verso la gestione sempre più sostenibile del vigneto grazie al Protocollo viticolo che è stato adottato dai Comuni della Denominazione attraverso il Regolamento di polizia rurale. Produrre in armonia sempre maggiore con l’ambiente per salvaguardare le nostre meravigliose colline è un impegno sistematico di noi produttori. La nostra presenza qui oggi conferma che agiamo costantemente in continuo confronto con gli enti e le istituzioni preposti”.
“Accolgo con molto favore questa decisione, estremamente importante, assunta dai Sindaci del nostro territorio ‘ commenta il direttore generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi ‘. La messa al bando degli erbicidi contenenti glifosate rappresenta un ulteriore passo avanti per una produzione sempre più green e per la tutela del bene primario acqua potabile, la cui qualità costituisce un importante determinante di salute”.