LaPresse/Spada

Il passaggio di Politano al Napoli e sfumato proprio sul finire del calciomercato, ma le tempistiche ristrette non c’entrano: la colpa sembra del Sassuolo

Il Napoli è stata una delle squadre più attive sul finire di questo calciomercato invernale ma, paradossalmente, anche quella che ha ottenuto più delusioni: da Verdi a Klaassen, passando per Younes e il timido interesse per Lucas, una sfilza di ‘no’ alla quale si è aggiunto quello di Politano. Situazione paradossale quella legata all’esterno del Sassuolo. Dopo giorni di tira e molla, il Napoli era arrivato ad offrire 25 milioni di euro più il prestito di Ounas, convincendo il Sassuolo. Trattativa che sembra essere sfumata poi per tempistiche ristrette, anche se dal Napoli fanno sapere che non ci sia stato alcun ritardo. Stando a quanto riportato da SKy Sport infatti, il club azzurro ha mandato le 8 pagine del contratto di Politano (firmato alle 22) alle 22.47 e quella di Ounas alle 22.50. Sarebbe stato dunque il Sassuolo a non firmare per tempo (o per volontà) il contratto. Interessante inoltre la trattativa last minute che avrebbe portato il Napoli ad offrire addirittura 29 milioni più il cartellino di Farias (profilo gradito ai neroverdi), eventualmente prelevato dal Cagliari, che avrebbe fatto schizzare il prezzo di Politano a poco meno di 40 milioni di euro. Questa volta forse, sono state davvero le tempistiche a fermare l’accordo. E a quelle cifre, forse al Napoli non è andata poi così male…