Olimpiadi invernali 2018
AFP/LaPresse

Il giorno dopo la vittoria della medaglia di bronzo nei 10.000 metri del pattinaggio di velocità, Nicola Tumolero continua a non credere a quanto accaduto

Il giorno dopo è forse ancora più bello di quello del bronzo, un risultato clamoroso e sorprendente per Nicola Tumolero che ha conquistato una strepitosa maglia olimpica nei 10.000 metri del pattinaggio velocità alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. Ieri i festeggiamenti a Casa Italia, oggi le interviste e le dichiarazioni con cui l’azzurro esprime il suo stato d’animo:

“A rivedermi mi sono venuti i brividi, realizzerò quello che ho fatto solo nei prossimi giorni. E’ una medaglia che dedico a mia nonna, che è la mia prima tifosa, e ai miei compaesani di Roana. Capitale del pattinaggio di velocità? E’ incredibile che in un paesino di un migliaio di abitanti ci siano due medaglie olimpiche. Fabris poi oltre ad essere il mio tecnico è anche sempre stato il mio punto di riferimento. La mia distanza dovevano essere i 5.000 metri dove sono arrivato ottavo. Nei 10.000 metri sono partito più rilassato, ho scaricato la tensione e sono riuscito a gestire bene le forze. Ma il terzo posto è stato una sorpresa”.