mariotti
AFP/LaPresse

Alessandro Mariotti è l’unico atleta a rappresentare San Marino alle Olimpiadi di Pyeongchang, gareggerà nel gigante e nello slalom maschile di sci alpino

Un solo atleta come rappresentante, tre delegati al suo seguito e due gare da vivere tutte d’un fiato. San Marino si prepara ad iniziare ufficialmente le proprie Olimpiadi di Pyeongchang con l’esordio di Alessandro Mariotti, giovane sciatore che ha da poco compiuto 19 anni. Il portabandiera del microstato parteciperà al gigante maschile di domenica e, poi, allo slalom di giovedì. Spinto ad appassionarsi a questo sport dal padre, Mariotti adesso si divide tra gli studi in Scienze dell’Educazione a Urbino durante la settimana e la montagna nel weekend. In attesa di scendere in pista, Mariotti ha espresso le sue considerazioni in attesa di scendere in pista per il gigante:

“Pur essendo da solo sono contento, perché in ogni caso sto rappresentando la mia nazione. Ovviamente l’emozione è tanta, sento la pressione e anche un po’ di stress, ma esserci è già una vittoria. A chi mi ispiro? Marcel Hirscher è il più grande, non potrei dire nessun altro. Non l’ho ancora visto, ma è emozionante l’idea di allenarsi al fianco di così grandi campioni. Qualche atleta già lo conosco, gli italiani li vedo spesso perché siamo nella stessa palazzina. Non so di preciso cosa aspettarmi, qui il livello è altissimo. Ma non voglio buttare via la gara, l’importante è tagliare il traguardo”.