Marco Alpozzi/LaPresse

L’Italia perde 6-5 contro il Giappone nella quinta partita del torneo olimpico, vedendo così complicarsi le chance di accesso alle semifinali

Non riesce il colpo all’Italia del curling. Nella quinta partita del torneo olimpico gli azzurri incappano nella terza sconfitta – k.o. per  6-5 contro il Giappone – vedendo così complicarsi le chance di accesso alle semifinali. Partita tirata ed equilibrata quella contro gli asiatici, risolta soltanto all’ultimo end dopo che i nostri erano riusciti a risalire fino al pareggio. Qualche errore di troppo per gli azzurri che possono però mantenere fiducia in vista delle prossime sfide che li attendono, a partire da quella contro la Gran Bretagna domani alle 12 (ora italiana). Contro il Giappone la formazione tricolore guidata dal direttore tecnico Marco Mariani e dall’allenatore Soren Gran formata da Joel Retornaz (third e skip, Sporting Club Pinerolo), Amos Mosaner (fourth, Aeronautica Militare), Simone Gonin (second,  Sporting Club Pinerolo), Daniele Ferrazza (lead, Curling Cembra) e Andrea Pilzer (alternate, Curling Cembra) si ritrova subito sotto 2-0 al primo end e recupera un punto nella mano successiva. Alla terza ripresa gli avversari vanno sul 3-1 con l’Italia capace però di firmare due punti nel quarto raggiungendo la parità. Al quinto nuovo allungo degli asiatici e 5-3 che resta invariato fino all’ottava mano quando gli azzurri accorciano sul 5-4 e, nell’end successivo, rubano un altro punto che ristabilisce l’equilibrio sul match. Nel decimo e decisivo end i nostri giocano male le prime stone e si espongono alle bocciate giapponesi: la squadra dello skip Morozumi rischia qualcosa ma con l’ultimo sasso realizza il punto che vale la vittoria: 6-5.