LaPresse/REUTERS

Paul George ha parlato apertamente della prossima free agency che lo vedrà protagonista, svelando da cosa dipenderà la scelta in merito al suo futuro

Nella notte dell’All-Star Game, Paul George ha giocato allo Staples Center di Los Angeles, davanti al pubblico della sua città. Emozioni forti per il cestista dei Thunder, acclamatissimo dalla sua gente, desiderosa di vedergli vestire un giorno la maglia dei Lakers. Eventualità non così tanto remota: in estate Paul George sarà un free agent e dovrà decidere se restare ai Thunder o cambiare aria. Il richiamo di Los Angeles è forte e i Lakers hanno abbastanza spazio salariale per firmare lui e un altro top player (LeBron James?) al massimo salariale, costituendo con i vari Ingram, Kuzma, Lonzo ecc. un roster eccezionale. Intervistato dai media locali, Paul George ha dato un piccolo indizio in merito al suo futuro:

“faccio parte dei Thunder e questo è quanto. Non ho un piede in due scarpe. So quale squadra rappresento e conosco i nostri obiettivi. Non voglio spostarmi continuamente e giocare per svariate squadre nel corso della mia carriera. La decisione che prenderò terrà conto della volontà di costruire qualcosa. La prossima scelta, qualsiasi essa sia, mi assicurerà stabilità a lungo termine”