Maverick Vinales
LaPresse/Alessandro La Rocca

La sincerità di Maverick Vinales al termine della seconda giornata di test a Buriram: lo spagnolo positivo e fiducioso

Maverick Vinales
AFP/LaPresse

Terminata a Buriram una nuova giornata di test: i piloti della MotoGp sono tornati in pista sul circuito thailandese per continuare il lavoro iniziato nella giornata di ieri sulle loro moto in vista dell’esordio stagionale, previsto per il 18  marzo in Qatar. Marc Marquez può festeggiare col sorriso i suoi 25 anni grazie al miglior tempo di giornata: alle spalle del campione del mondo in carica il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, e Jack Miller. Sorrisi a metà in casa Yamaha, con Maverick Vinales quarto, ma Valentino Rossi solo 14°. Queste le parole dello spagnolo del team di Iwata al termine della giornata di prove ai microfoni di Motorsport.com:

“Fino agli ultimi 30 minuti della sessione, onestamente, abbiamo fatto cambiamenti sulla moto per cercare di trovare la strada, ma poi è stato più facile di quello che ci aspettavamo. Abbiamo lavorato sull’elettronica, cercando di rendere la moto più facile soprattutto nella prima fase dell’accelerazione e sembra che sia migliorata. Dobbiamo confermare questa cosa, ma mi sono sentito più a mio agio nell’ultima mezz’ora. Dobbiamo continuare a lavorare, guardando solo a noi, cercando di rendere la moto confortevole almeno per me. A Sepang abbiamo avuto alcuni problemi. Abbiamo iniziato a capire quali fossero, ma non possiamo ancora confermarlo. Però penso che se con le ultime modifiche mi sono sentito meglio fin dal primo giro, sicuramente domani le riproveremo con l’intenzione di confermarle”.

Vinales ha poi specificato di non volersi fare influenzare dal lavoro del suo compagno di squadra:

Che lavoro sta facendo Valentino? Non lo so, davvero. Mi sono concentrato solo sul mio lato del box, sulla mia squadra. Cerco di lavorare sulla mia moto per adattarla al mio stile di guida, perché sembra essere molto diverso, e mi concentrerò su questo. Come ho detto, voglio rendere la moto adatta al mio stile e in questi due giorni eravamo andati molto male fino all’ultima mezz’ora di oggi. Come ho detto oggi, ogni pilota è diverso. Ho provato ad andare per la mia strada, la mia Yamaha funziona per me, quindi è quello che voglio continuare a fare. Con la Yamaha ora stiamo provando a fare una moto per me: io non posso guidare la moto degli altri, perché non guido come loro. Ho bisogno di avere una moto per me e oggi siamo migliorati abbastanza con l’elettronica: è stato bello essere di nuovo veloci e credo che abbiamo anche lo spazio per migliorare ancora domani”.

PER I TEMPI DELLA SECONDA GIORNATA DEI TEST >>> MotoGp – Test Thailandia: Marquez festeggia col botto il suo 25° compleanno, doppietta Honda a Buriram: Valentino Rossi dietro

LE PAROLE DI VALENTINO ROSSI >>> MotoGp – Test Thailandia, le parole di Valentino Rossi fanno tremare i tifosi: “non abbiamo trovato una soluzione e non credo ce la faremo per il Qatar”