Maio Meregalli

Maio Meregalli non nasconde i problemi della Yamaha dopo la prima giornata di test a Buriram, in Thailandia

I piloti della MotoGp sono tornati in pista, già a partire dalla notte italiana, per la seconda giornata di test sul nuovo circuito di Buriram, in Thailandia, inserito nel calendario del Motomondiale a partire dalla stagione 2018. Ieri il più veloce è stato un sorprendente Cal Crutchlow, seguito da Rins e Marquez. Giornata complicata invece in casa Yamaha con Rossi e Vinales rispettivamente ottavo e undicesimo. I piloti del team di Iwata si sono mostrati preoccupati al termine della prima giornata di prove, ammettendo di sentire le stesse sensazioni dello scorso anno. Questo invece il commento del team manager Maio Meregalli, come riportato dal comunicato stampa ufficiale:

“siamo rimasti molto colpiti dal tracciato e dalle strutture del circuito di Buriram, è molto differente da quello che ci eravamo immaginati. Provare un nuovo tracciato per la prima volta è sempre eccitante. Abbiamo avuto un intenso programma, ma non abbiamo avuto l’inizio che ci aspettavamo. Non ci aspettavamo di avere una giornata così difficile, perchè sembra che il tracciato sia adatto a noi. I piloti hanno sofferto diversi problemi e questo non ci ha aiutato a trovare una soluzione comune. Comunque abbiamo altri due giorni di lavoro per risolvere i problemi e far sì che i piloti si sentano a proprio agio”