Enrico Mentana
Enrico Mentana - Fabio Cimaglia/LaPresse

Il direttore del tg di La7 Mentana ha analizzato la crisi Inter puntando il dito contro Suning: “ha abbandonato il club. Suo figlio non dà l’idea di capire quello che succede in campo”

LaPresse/Spada

Una sconfitta contro il Genoa, l’ennesima di una stagione che rischia di essere sempre più disastrosa. L’Inter non va più, solo un successo nelle ultime 10 gare di campionato, 12 compresa la Coppa Italia. Di chi è la colpa? Enrico Mentana, direttore del tg di La7 e grande tifoso nerazzurro, punta il dito contro Suning. Queste le sue affermazioni di Sky Sport:

“Vorrei dire altro sull’Inter. Il problema è che all’Inter rispetto ad altre squadre è una società abbandonata a sé stessa. Il presidente dell’Inter vive a km di distanza, come il proprietario. C’è il figlio del proprietario a Milano, un bravissimo ragazzo di venti anni che gira con una macchina che costa quanto mezza difesa del Benevento, ma non dà l’idea di capire cosa succede in campo. L’allenatore e la squadra vengono così lasciati liberi di sbagliare e non c’è un progetto visibile. Il mercato si è fermato a metà estate e non è ripreso a gennaio, perché il governo cinese ha bloccato gli investimenti. Se l’Inter è solo una branca del gruppo non si ha a cuore più di tanto il club e per questo serve che venga ripristinata una certa italianità”.