Luke Walton, coach dei Los Angeles Lakers, ha commentato l’arrivo di Isaiah Thomas in maglia giallo-viola, spiegando cosa si aspetta dal playmaker ex Cavs

Nella notte di giovedì, alle ore 21, è scattata la trade deadline, il termine ultimo entro il quale compiere gli ultimi scambi per le franchigie NBA. I Cleveland Cavaliers sono stati i grandi protagonisti, nel bene e nel male, smantellando gran parte del loro roster. I veri vincitori della giornata però sono stati i Los Angeles Lakers. Magic e Pelinka hanno realizzato un vero e proprio colpaccio trasformando i contratti di Larry Nance Jr ($2,272,39) e Jordan Clarkson ($12,500,000) in Isaiah Thomas, Channing Frye e la prima scelta dei Cavs 2018. L’ex Playmaker dei Celtics, tanto criticato in maglia Cavs, avrà la parziale occasione di riscattarsi fino alla scadenza estiva del contratto. Coach Luke Walton sembra puntare molto su di lui e si è espresso così:

“giochiamo in un modo per cui ci fidiamo l’uno dell’altro. Non posso chiedere ai giocatori di fidarsi l’uno dell’altro se li lascio in campo quando non giocano l’uno per l’altro. Non penso che i nuovi arrivati Thomas e Frye abbiano un problema con questa mentalità. Giochiamo in un modo divertente. Siamo competitivi: ritmo alto e tanta corsa. Thomas e Frye tirano molto bene: se smarcati, dirò loro di tirare ogni volta. Non penso ci siano problemi nell’adattarli al nostro modo di giocare.”

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE