Spalletti, Inter
LaPresse/Spada

L’allenatore dell’Inter si difende dopo le rivelazioni del Corriere della Sera: “attacco verso di me creato ad arte. Ma io non ricordo cosa ho detto”

Spalletti
Spalletti – LaPresse/Alfredo Falcone

Non ci sta Luciano Spalletti e alza la voce. Dopo le indiscrezioni del Corriere della Sera in merito a presunte affermazioni pronunciate dall’allenatore dell’Inter ad alcuni tifosi della Roma, ecco che lo stesso Spalletti non ci sta e si difende. Ecco le sue parole in conferenza stampa:

“Mi è sembrato un attacco atto a creare fratture tra me, la società e l’ambiente. Io non ricordo le parole precise usate un quella conversazione ma sicuramente ricordo i concetti. Non ho mai detto che l’ambiente è al confine con la follia, non so neanche se ho mai utilizzato questo termine, ma se l’ho fatto è stato in virtù dei risultati altalenanti della squadra. Sul mercato ho sempre detto che ci sono regole da rispettare e della Roma ho anche detto che hanno uno dei centrocampo più forti del campionato. Poi mi è sembrato di aver capito che c’è la possibilità di tirar fuori queste cose, tiriamole fuori perché si è scritto di un’ora di conversazione e poi trovo solo una sintesi di cose che sembrano voler tirare fuori cose inesatte”.