Candreva -
Candreva - AFP/LaPresse

Ammissione di colpa da parte di Candreva, l’esterno offensivo dell’Inter analizza il momento nerazzurro: “abbiamo fatto troppi danni”

Candreva -
Candreva – LaPresse/AFP

Ammissione di colpa nerazzurra. Momento delicatissimo quello della formazione allenata da Luciano Spalletti che insegue una vittoria che manca ormai da otto turni, con il pubblico di San Siro che ha perso la pazienza nei confronti di Antonio Candreva e compagni. Ed è proprio l’esterno italiano che – intervenuto a margine dell’evento ‘Amici dei Bambini’ ha analizzato il momento dell’Inter. Queste le parole di Candreva riportate da Calciomercato.com:

“Contraccolpo psicologico dopo aver perso la testa? Abbiamo avuto mesi di difficoltà ed è sotto gli occhi di tutti. Forse abbiamo perso autostima dopo la partita contro l’Udinese in cui meritavamo di vincere, per fortuna quelle dietro stanno andando piano. In campo tento la giocata, a me non piace fare il compitino, mi piace fare la giocata difficile che possa determinare il risultato. Giocassi diversamente non sarei me stesso. Inter-Bologna? Abbiamo già fatto abbastanza danni in questi due mesi, adesso basta. Arriva una squadra in forma e lo sappiamo. La ricetta per superare i momenti duri? Quelli ci sono e ci saranno sempre ma bisogna credere in se stessi e non perdere l’entusiasmo di giocare a calcio e divertirsi. Se giocare da mezzala può essere una soluzione? Abbiamo da poco cambiato sistema di gioco. Chi sa giocare a pallone può adeguarsi, l’importante è avere i tempi di gioco”.