LaPresse/Photo4

Max Verstappen ha parlato dell’introduzione dell’halo, sottolineando la sua avversione nei confronti di questo componente

LaPresse/Photo4

Max Verstappen non è un tipo da mandarle a dire, anche quando si tratta di criticare il proprio team o lo sviluppo della monoposto. Il pilota olandese non ha mandato giù le scarse prestazioni della Red Bull mostrate nel 2017, sottolineando come una scuderia di questo calibro non possa permettersi tali leggerezza. Il matrimonio con la Renault continua, ma Mad Max è convinto che se avesse potuto disporre dei propulsori Mercedes, nel 2017 avrebbe senza dubbio vinto il titolo. Nel mirino dell’olandese è finito adesso l’halo, criticato aspramente secondo quanto riportato da Motorsport.com:

“L’Halo è veramente orrendo, non sono certo ansioso di utilizzarlo. L’Halo è piuttosto pesante, penso pesi più di sei chili, non è certamente una cosa favorevole per quanto mi riguarda. Nonostante l’introduzione di questo sistema non modificherò il mio allenamento per questo, altrimenti potrei non sentirmi bene nel corso delle gare. Sono un pilota alto e più pesante della media. Non è affatto una cosa buona. Il generale spero che la vettura sia bellissima e, speriamo, sia anche veloce. Speriamo inoltre sia un bel passo avanti rispetti alla vettura della passata stagione e che sia competitiva sin dall’inizio della stagione. Speriamo di non dover inseguire i nostri avversari come invece abbiamo dovuto fare l’anno scorso. Questa per noi è la cosa più importante. L’umore del team è buono. Sono tutti contenti e motivati dall’arrivo della nuova stagione dopo un ottimo finale di anno nel 2017. Penso che si possa continuare così anche all’inizio di questa stagione. Certo, le vacanze sono belle ed è bello ricaricare le batterie, ma a un certo punto bisogna ricominciare”.