LaPresse/Stefano De Grandis

Charles Leclerc si è presentato insieme a Marcus Ericsson a Balocco, sede dell’Alfa Romeo, per conoscere la storia del marchio italiano

La prima stagione in Formula 1 non si scorda mai, Charles Leclerc si avvicina a grandi passi verso questa nuova avventura non lasciando nulla al caso. Il pilota monegasco sarà al volante della Alfa Romeo-Sauber insieme a Marcus Ericsson, rimasto in squadra dopo l’addio di Wehrlein. In attesa di concentrarsi sul Mondiale che verrà, i due piloti hanno fatto visita alla sede della Casa del Biscione a Balocco, andando a scuola di… storia e leggenda. Un momento affascinante per Leclerc, che ha svelato le proprie sensazioni a Motorsport.com:

“Sono un esordiente e tante cose per me saranno del tutto nuove. Non ho un background in Formula 1 per poter fare dei confronti, quindi cercherò di adattarmi a un mondo nuovo nel minor tempo possibile. I test sono limitati e bisognerà sfruttarli al massimo. È vero che la prima volta nella mia carriera mi appresto ad iniziare una stagione di gare senza l’obiettivo di vincere, ma non sono mai stato così eccitato prima di un campionato. Siamo all’inizio di una nuova avventura, e sono convinto che cresceremo, gara dopo gara, perché vedo gli sforzi che sta facendo la squadra. Battere il compagno di squadra? Lo so bene che questo è il primo obiettivo, ma è presto per parlare di questi aspetti. C’è da far crescere una squadra, e serve lavorare bene, con la miglior cooperazione possibile. È incredibile essere alla vigilia di un Mondiale di Formula 1, è ciò che un pilota sogna sin da quando inizia a correre in kart. Poi essere qui a respirare l’aria di un pezzo di storia del motorsport rende tutto questo ancora più entusiasmante. Ora starà a noi onorare questo nome e le aspettative”.