LaPresse/Spada

Il Milan soffre all’inizio, poi gestisce bene la gara: Cutrone segna e si procura il rigore realizzato da Rodriguez, Borini tris. Beffa finale per l’Atalanta: 3-2 il finale a favore del Dortmund, ma qualificazione apertissima

LaPresse/Spada

Stringe i denti e soffre quando c’è da soffrire, sfrutta con cinismo le occasioni da rete create e torna dalla Bulgaria con una buona parte di qualificazione in tasca: sorride il giovedì europeo al Milan, che batte in trasferta il Ludogorets per 3 reti a 0. Gara insidiosa e infatti i rossoneri per alcuni tratti del match soffre la velocità degli avversari, poi al 45esimo del primo tempo segna. Con chi? Nemmeno a dirlo, perché al momento segna sempre lui: Cutrone. Calhanoglu mette al centro una palla velenosa che l’attaccante rossonero sfiora con la spalla e manda in rete. Il Ludogorets nella ripresa colpisce l’incrocio dei pali, ma a segnare è ancora il Milan: Cutrone viene spinto al momento di calciare in porta, rigore che Ricardo Rodriguez – entrato in campo da poco – trasforma con freddezza. Nei minuti di recupero arriva il tris Milan con un bel gol di Borini.

Dortmund-Atalanta, 3-2: impresa possibile per i nerazzurri

AFP/LaPresse

Gol, emozioni, spettacolo e il sogno nerazzurro dell’Atalanta che prosegue nonostante il ko: 3-2 il risultato sul campo del Borussia Dortmund ed ennesima prova di corrggio per la formazione allenata da Gasperini. I padroni di casa passano in vantaggio con Schurlle, nella ripresa una doppietta di Ilicic nel giro di pochi minuti fa impazzire l’Atalanta, che poi su una ripartenza subisce il gol del 2-2 di Batshuayi  che poi, nel recupero, raddoppia in pieno recupero. 3-2 il finale e qualificazione ancora da tutta decidere.