Roma, 20 feb. (AdnKronos) – “Ci mancava la morale sul voto utile fatta da Benedetto Della Vedova, passato dal Pdl nel 2008 a Futuro e Libertà di Gianfranco Fini e tornato in parlamento grazie a Mario Monti. Non dimentichiamo i suoi trascorsi di destra e non accettiamo che venga a impartire lezioni: lui con quelli che chiama ‘candidati nazionalisti’ ci ha governato. Noi no. Oggi per tornare in parlamento si rifà una verginità, accetta l’aiuto di Tabacci e va in coalizione con Lorenzin che la pensa in maniera diametralmente opposta a loro su cannabis e migranti. Bella prova di coerenza e di ‘centrosinistra'”. Lo dichiara Davide Zoggia, esponente di Liberi e Uguali