Roma, 25 feb. (AdnKronos) – “A Raitre con Di Maio è andata in onda una palese violazione della legge che vieta la diffusione dei sondaggi. Nel caso del leader M5s, peraltro, si tratta di numeri chiaramente taroccati e infondati, come può confermare chiunque abbia letto i sondaggi veri di questi giorni. E’ opportuno che l’Agcom intervenga con durezza e rapidità con le conseguenti sanzioni”. E’ quanto dichiara il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai.
‘Il divieto di diffusione dei sondaggi ‘ spiega Anzaldi ‘ è scattato ormai da dieci giorni, ma sia Di Maio a Raitre, sia Berlusconi nei suoi appuntamenti elettorali continuano a diffondere numeri, peraltro cifre del tutto infondate. Chiunque rilanci o diffonda queste cifre, sia in tv che in rete, va punito duramente perché infrange la legge. Peraltro i numeri di cui parla Di Maio il Movimento 5 stelle non li ha mai raggiunti durante l’intero corso della campagna elettorale, e ne è ancor più lontano oggi, dopo che il caso Rimborsopoli ha fatto perdere ai cinque stelle almeno 1-2 punti percentuali. Chiunque abbia letto i sondaggi di questi giorni lo sa perfettamente, altro che la propaganda fuori legge di Di Maio. Taroccano i bonifici, taroccano i bilanci, taroccano le notizie, e ora vorrebbero taroccare anche i sondaggi”.