Greg Van Avermaet
LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Greg Van Avermaet contento del secondo posto ottenuto nella tappa odierna del Tour of Oman

La seconda tappa del Tour of Oman è stata vinta da Nathan Haas della Katusha Alpecin. Il ciclista della squadra elvetica è riuscito a resistere agli attacchi di Greg Van Avermaet e di Alexey Lutsenko dell’Astana. Una frazione molto atipica quella che i corridori hanno concluso sulla salita di Al Jissah con le pendenze che oscillavano sempre tra i 4\5%. Greg Van Avermaet è sembrato molto in palla oggi e la sua prestazione è stata positiva. Lo strappo nel finale non era congeniale alle sue caratteristiche, ma il belga della BMC ha tenuto egregiamente botta. Il ciclista della squadra americana ha spiegato sul sito del team le sue sensazioni dopo la seconda tappa del Tour of Oman:

“è stato un bel traguardo per me e tutta la squadra ha cercato di mettermi in buona posizione. Penso di essere andato fin troppo bene per le mie caratteristiche e sono contento del risultato. Ho una buona forma e cercheremo di fare ancora del nostro meglio domani. Questo tipo di salita è stato un buon test e un ottimo allenamento”.