terza tappa dell'Abu Dhabi Tour
Fabio Ferrari/LaPresse

Il campione d’Europa Alexander Kristoff spiega la sua caduta durante la terza tappa dell’Abu Dhabi Tour

terza tappa dell'Abu Dhabi Tour
Fabio Ferrari/LaPresse

Alexander Kristoff si è classificato all’ottavo posto nello sprint che ha concluso la terza tappa del giro di Abu Dhabi, con partenza e arrivo nella capitale degli UAE dopo 133 km.  Il campione Europeo è stato coinvolto in una caduta a circa 40 km dall’arrivo e soffriva di una leggera influenza che l’ha colpito nel corso della notte. Sul sito dell’UAE Team Emirates il norvegese Kristoff ha dichiarato: 

“purtroppo un corridore della Dimension Data ha sbagliato la curva e, cadendo, ha colpito la mia bici facendomi rotolare a terra. Anche questa volta, come in Oman, non è stata colpa mia, ma non ci posso fare niente, sono stato semplicemente sfortunato. Ho avuto qualche problema al cambio dopo la caduta, ma il meccanico – dalla macchina – è riuscito a migliorare la situazione in modo da permettermi di fare lo sprint. Però purtroppo oggi, come ieri, non ero al massimo. Stanotte non ho dormito molto a causa di un’influenza che m’ha colpito. Nello sprint ero in buona posizione, grazie all’ottimo lavoro di Ferrari. Ho avuto una chance importante per cercare un altro successo, ma purtroppo le condizioni fisiche non erano al top come detto e sono giunto ottavo. Non sono super felice di questo piazzamento, chiaramente, ma considerando le condizioni di oggi, e il fatto che qua ci sono sprinter molto forti, non posso che essere parzialmente soddisfatto”.

La corsa è stata vinta dal tedesco Phil Bauhaus (Team Sunweb) davanti ai connazionali Marcel Kittel (Katusha) e Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe). Elia Viviani (Quick Step) comanda ancora la classifica generale davanti al corridore della UAE Team Emirates, Alexander Kristoff. Domani ci sarà in programma la cronometro individuale di 12.6 km con partenza e arrivo nell’isola di Al Maryah, dove i concorrenti per la Generale lotteranno per guadagnare quei secondi che potrebbero essere fondamentali per la conquista dell’Abu Dhabi Tour 2018.