Roma, 20 feb. (AdnKronos) – Le sofferenze nette delle banche italiane, cioè al netto delle svalutazioni e accantonamenti già effettuati dalle banche con proprie risorse, a fine 2017 si attestavano a 64,4 miliardi di euro. Il dato che emerge dal rapporto Abi è in diminuzione rispetto ai 65,9 miliardi del mese precedente e in forte calo rispetto al dato di dicembre 2016 (86,8 miliardi). In un solo anno le sofferenze nette si sono quindi ridotte del 25,8%.
In particolare, la riduzione è di quasi 24,5 miliardi rispetto al livello massimo delle sofferenze nette raggiunto a novembre 2015 (88,8 miliardi). Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali si è ridotto a 3,71% a dicembre 2017 (era 4,89% a fine 2016).