Atalanta, urlo Spinazzola: “ad agosto avevo la testa alla Juventus, ma io non sono un fesso”

Spinazzola risponde a muso duro alle accuse di scarso rendimento: “ad agosto pensavo solo alla Juventus, io non sono un fesso”

Spinazzola
LaPresse/Jennifer Lorenzini

Un trasferimento anticipato alla Juventus non andato a buon fine la scorsa estate, ma un futuro bianconero  già segnato: il cartellino di Leonardo Spinazzola infatti è di proprietà della società torinese che lo ha ceduto in prestito biennale all’Atalanta. Il prossimo giugno il calciatore farà ritorno a Torino, nonostante una stagione fino a questo momento al di sotto delle aspettative. Spinazzola però si difende dalle accuse e parla così al Corriere di Bergamo

“Il mio rendimento è calato perché ho la testa alla Juventus? Ad agosto avevo la testa alla Juventus, dalla fine del mercato l’ho avuta solo e sempre per l’Atalanta. Sono un professionista e non sono un fesso: lasciarmi condizionare significherebbe fare male per primo a me stesso. perché tornerei a casa con la brutta sensazione di non aver dato tutto nella cosa che amo di più. E perché in questo mondo bisogna sempre dimostrare di poterci stare. A maggior ragione, visto dove andrò”.