Jimmy Butler
LaPresse/EFE

Nel corso dell’All-Star Game 2018 tutti i giocatori selezionati sono scesi in campo, tranne Jimmy Butler: il cestista dei Timberwolves ha spiegato il motivo della curiosa decisione

Dopo le splendide emozioni del weekend, nella notte di ieri è andato in scena lo spettacolo dell’All-Star Game Night, la notte in cui i migliori giocatori NBA si sono affrontati in campo, in un mix di agonismo e divertimento. Tutti tranne uno. Jimmy Butler è rimasto seduto in panchina tutto il tempo, senza entrare in campo nemmeno un minuto. Il cestista dei Timberwolves ha spiegato il suo mancato impiego dichiarando:

“semplice riposo. Avevo bisogno di far riposare il fisico. So che questa stagione con i Timberwolves è davvero molto importante per me e devo assicurami di essere in forma al mio ritorno”

Niente problemi fisici per Bulter, solo un po’ di riposo per staccare la spina da una stagione che in maglia Timberwolves lo sta chiamando a fare gli straordinari. Butler è infatti il leader in NBA per minuti di media a partita (37,3). Una giustificazione parziale all’aver tolto ad un collega la possibilità di giocare l’All-Star Game a tutti gli effetti.