LeBron James Nba
LaPresse/REUTERS

Commentando la strage di San Valentino nella Stoneman Douglas High School di Parkland, LeBron James ha speso parole durissime nei confronti di Donal Trump

San Valentino di sangue in Florida. Nella notte italiana del 14 febbraio, un ragazzo è entrato, armato di fucile semiautomatico, nel liceo Stoneman Douglas di Parkland, 70 km a nordovest di Miami, aprendo il fuoco sui ragazzi. Le vittime accertate sono state 17 (12 all’interno della scuola, 3 all’esterno e 2 morti in ospedale), una dozzina i feriti. La notizia ha scosso l’intera America. Diverse le personalità di spicco, anche dal mondo dello sport, che si sono esposte in merito all’argomento. Nel corso di un video pubblicato da ‘Uninterrupted’, LeBron James ha attaccato frontalmente Donald Trump, reo di non avere a cuore la sicurezza del Paese. Commentando la triste vicenda il cestista dei Cavs ha dichiarato:

“il clima è caldo. Colui che copre l’incarico N.1 in Americ è qualcuno che non capisce le persone. E non gliene frega davvero un cazzo delle persone. Mentre crescevo, c’erano più o meno tre persone a cui guardavi per prendere ispirazione. Uno era il Presidente degli Stati Uniti, uno era il migliore nello sport e uno il più grande musicista del momento. Non avresti mai pensato che saresti potuto diventare uno di loro, ma potevi prendere ispirazione da loro.”