Un futuro con team in MotoGp tutto suo per Valentino Rossi? Ecco l’ipotesi di Alessandro Andreozzi

Il 2o18 è finalmente iniziato: con l’arrivo dell’anno nuovo cresce adesso sempre più l’attesa per vedere nuovamente in pista i campioni delle due ruote. Marquez proverà a tutti i costi a difendere il titolo, ma dovrà fare i conti con un Dovizioso super che ha acquisito una consapevolezza tale da metter paura ai più forti, ma anche con Jorge Lorenzo e i piloti Yamaha a caccia del riscatto dopo un 2017 deludente. Intervistato dai microfoni di Tuttomotoriweb.com il giovane pilota italiano Alessandro Andreaozzi, che ha corso nel Motomondiale, nel Supersport e nella Superbike, ha analizzato le difficoltà di Jorge Lorenzo, per poi focalizzarsi su Valentino Rossi e i favoriti al titolo per la prossima stagione:

” Io ho guidato una Ducati Panigale e penso che con una MotoGP abbia poco a che vedere. Penso che la Ducati sia una moto molto complicata rispetto a una giapponese come ad esempio Honda o Yamaha. La Ducati è sempre stata una moto un po’ più complicata da sistemare. Valentino Rossi ormai è una leggenda. Io penso che qualsiasi cosa faccia la fa con passione, quindi non avrà problemi. Io lo vedo molto bene sui Rally o su una Formula 1. Penso che in moto non gli sia rimasto molto, 2-3 anni ancora. Penso che comunque da lì nasceranno tante altre cose. Chi vincerà l’anno prossimo? In Superbike Rea, mentre in MotoGP Valentino Rossi”.