jean todt
LaPresse/Reuters

Il presidente della FIA Jean Todt ha sottolineato come sarebbe un errore affidare solo al budget cap il contenimento dei costi in Formula 1

Jean Todt continua a dirsi favorevole ad un tetto di spesa in Formula 1, ma non può bastare il solo budget cap a contenere i costi della massima serie automobilistica. Il presidente della Fia è d’accordo sul fatto che debbano essere presi provvedimenti in termini di limiti di spesa, ma il suo pensiero sulla questione è molto più articolato:

“Abbiamo parlato per molto tempo del contenimento dei costi e dell’introduzione di un budget cap, credo sia una buona scelta, ma deve essere associata ad altri interventi. Dobbiamo scrivere delle regole che abbiano un impatto sui costi attuali. Non credo che il solo budget cap possa funzionare sul lungo periodo. Dobbiamo essere in grado di raggiungere un accordo per una scelta più complessa che garantisca il raggiungimento del nostro obiettivo”.

D’accordo con le parole di Todt anche Chris Horner, team principal della Red Bull:

“Non sono un fan del budget cap proprio perché ritengo sia difficile attuare una struttura di controllo uniforme per i vari team. Questa scelta, tuttavia, deve essere associata da un accordo sul contenimento dei costi. Questi sono generati dai regolamenti e proprio questi determinano le nostre spese. Bisogna prima intervenire alla radice del problema per poi imporre un tetto di spesa. Se metti tutte le tue aspettative solo sul budget cap per il contenimento dei costi avrai poi troppa pressione su un singolo elemento”.