La sconfitta contro i Raptors fa avverare un oscuro presagio: ecco perché LeBron James non vincerà il titolo

La sconfitta dei Cavs contro i Raptors, avvenuta nella notte di ieri, negherà il titolo a LeBron James nella post season: a dirlo è la storia

Ieri notte i Cleveland Cavaliers sono andati incontro alla 15ª sconfitta della loro stagione, avvenuta all’Air Canada Centre di Toronto, contor i Raptors. I Cavs hanno subito un netto ko (133-99), contro il team che li precede inclassifica, nella stessa notte in cui i Celtics hanno vinto a Londra cotro i Sixers aumentando il distacco dai vicecampioni NBA. La sconfitta di ieri notte ha messo a nudo tutti i limiti difensivi dei Cavs: mai una squadra con LeBron James in campo, avevo subito 133 punti in regular season, punteggio che per altro ha regalato ai Raptors il record di franchigia. Ma non finisce qui. Proprio LeBron James è quello che ne uscirà più ‘mortificato’ da questa sconfitta. LeBron James non aveva mai perso due partite consecutivamente con almeno 25 punti di svantaggio e non aveva mai chiuso due partite di fila con un plus-minus da -20 in giù. Il dato finale è però quello più allarmante. Nella storia dell’NBA non è mai successo che una squadra che abbia perso due partite con più di 25 punti di distacco, consecutivamente, abbia poi vinto a fine stagione il titolo.

Leggi anche —> Risultati NBA – Successo in rimonta per i Celtics a Londra: sorpresa Lakers, i Raptors stendono LeBron