Dalle avances di Weinstein alla morte del padre, il 2017 da incubo di Elisabetta Canalis: “mio papà è scomparso all’improrvviso”

Elisabetta Canalis si confessa in una lunga intervista, dalle avances di Weinstein alla nuova vita in America: tutti i segreti dell’ex Velina

Elisabetta Canalis, una donna dalle mille sfumature. Sarda e bella da mozzare il fiato. La dolce bruna conobbe il successo in Italia grazie al bancone di Striscia La Notizia, in cui fece coppia per qualche anno con la bionda Maddalena Corvaglia. Tanti ex celebri come Bobo Vieri e George Clooney ed una vita che è proseguita in America. A Los Angeles, dove Elisabetta oggi gestisce una palestra insieme alla Corvaglia, è sposata con il chirurgo ortopedico Brian Perri da cui ha avuto una bambina Skyler Eva Perri, che ora ha due anni. Una vita diversa quella oltreoceano dell’ex Velina, che racconta la differenza tra la vecchia e la nuova Elisabetta alla rivista Grazia.

Se ho un ex a cui sono rimasta più affezionata? – racconta Elisabetta Canalis al giornale – A Bobo, eravamo piccoli e ne abbiamo passate tante insieme. Ma in generale quando una storia finisce non riesco a mantenere i rapporti. E poi ora c’è Brian e non voglio mancargli di rispetto in alcun modo. George Clooney? È passato tanto tempo e non mi va di aggiungere altro. Però auguro a lui tanta felicità, come l’ho trovata io.

Sulla sua vita oltreoceano poi la Canalis ammette:

In America nessuno mi conosce e mi tratta in modo speciale. Mi credi se ti dico che la cosa inizia a piacermi? Era meraviglioso camminare in via Montenapoleone e non venire fermata. Timidamente per chiedermi una foto. Non come una volta che non potevo uscire di casa. Sono volata a Los Angeles quando qui non avevo qualcosa di interessante da fare. E mentre stavo per tornare in Italia ho conosciuto Brian e mi sono fermata. Non escludo di rientrare un giorno. Più che altro rimaniamo negli Stati Uniti per il lavoro di mio marito, chirurgo ortopedico: in Italia non guadagnerebbe come a Los Angeles.

Un carattere duro quello di Elisabetta, che non accetta rimproveri se non dal suo maritino:

L’ultimo rimprovero è quando dovevo mettere in piedi la palestra. Gli appuntamenti con le maestranze slittavano, dovevo telefonare più volte e a un certo punto sono sbottata. E Brian, con grande calma mi ha detto: “benvenuta nella vita reale, non sei una principessa. In questo mondo per ottenere qualcosa ci vuole pazienza, imparala”.

Sulla nuova esperienza televisiva italiana, ‘Le Spose di Costantino‘, in cui sarà protagonista della prima puntata con il conduttore di Pechino Express, la Canalis svela:

Sentivo parlare di Costantino della Gherardesca da tempo, ma non lo conoscevo. Tutte le mie amiche lo amano e così, quando mi hanno proposto quest’avventura con lui, mi sono fidata. E poi il viaggio che avrei dovuto fare per le riprese mi avrebbe tenuto lontana da casa solo per pochi giorni. Lontana da Skyler per la prima volta? Sì, e ho sofferto molto. Non avevamo il telefono e ci trovavamo in condizioni di disagio. Più di una volta ho avuto il magone, mi veniva da piangere. Non piango molto.

Se Elisabetta dovesse fare però un bilancio del 2017, non sarebbe positivo. La Canalis infatti racconta il suo anno costellato da gravi perdite:

È stato difficile perché ho perso mio padre improvvisamente. E anche Piero, il bassotto con cui sono cresciuta. Mio padre mi ha dato la sicurezza per affrontare il mondo. Lui era un gentiluomo, un medico di grande esperienza, un sardo all’antica, che aveva il pudore dei sentimenti. Non li dimostrava in modo plateale, ma c’era sempre. Per lui cercavo di dare il meglio, non mi ha mai giudicato, nonostante fossi tanto diversa da lui. Se vuoi farmi ridere non parliamo di Piero. Lui è stato il vero uomo della mia vita, era geloso di me, avevamo un’intesa speciale. Ho anche ferito i suoi sentimenti qualche volta: si affezionava a certi miei amori e poi, quando la storia finiva, non li vedeva più.

Un’altra morte che ha colpito una persona cara all’ex Velina è stata quella di Franchino Tuzio. Il manager dei vip si è arreso ad una brutta malattia e la Canalis racconta così il suo dispiacere:

È stato il primo a credere in me quando ero una studentessa e servivo ai tavoli di un locale, a Milano. Ricordo che condividevo un appartamento con altri tre studenti, avevo la camera più piccola. Già allora era sicuro che sarei diventata famosa, ci credeva più lui di me. Agli amici che gestivano marchi di moda, diceva: “Dalle dei vestiti da indossare, lei diventerà famosa. Ci siamo lasciati poi? Sì, capita che i grandi amori prendano strade diverse. Ma l’affetto e la fiducia non sono mai mancati. Il consiglio migliore che mi ha dato? “Sii te stessa. Se mostri al pubblico chi sei davvero, il successo arriverà”.

Sul tema caldo delle molestie sessuali che ha messo sottosopra Hollywood, Elisabetta Canalis infine chiosa:

Io di molestie per lavorare non ne ho mai subite. E se avances sono state, erano sempre garbate, finite là dove sono iniziate. Nessuno mi è mai saltato addosso. – e su Weinstein ha ancora detto – Sì certo, e ha fatto avances anche a me. Ma quando ha capito che non ci stavo, non ha insistito.