Lazio - Fiorentina
LaPresse/Alfredo Falcone

La Lazio batte la Fiorentina grazie alla rete di Lulic e stacca il pass per la semifinale di Coppa Italia

LaPresse/Alfredo Falcone

La Lazio ribadisce il suo feeling con la Tim Cup e non si lascia sfuggire l’occasione per approdare in semifinale. All’Olimpico, ai biancocelesti basta e avanza un gol di Lulic dopo soli 6′ per piegare nei quarti una Fiorentina volenterosa ma sterile. La squadra di Inzaghi conoscerà domani sera il nome della rivale per un posto in finale, che uscirà dal derby della Madonnina in programma al ‘Meazza’ tra Milan e Inter. L’avvio di gara è tutto di marca biancoceleste, tanto che dopo soli 6′ i padroni di casa passano in vantaggio: Milinkovic-Savic legge il movimento di Lulic in area, il bosniaco fa fuori Gaspar e infila di destro Dragowski. Proprio Gaspar, due minuti dopo, tenta senza fortuna l’immediata reazione con un diagonale che si spegne d’un soffio a lato. Al 13′ sale in cattedra Caicedo, bravo ad entrare nell’area avversaria e a battere in diagonale, trovando il salvataggio provvidenziale di un Gaspar uomo ovunque. La squadra di Inzaghi sembra poter gestire e rendersi pericolosa anche da fuori, come accade al 25′ con una sberla di Milinkovic-Savic neutralizzata da Dragowski, un minuto prima l’uscita dal campo per infortunio di Caicedo, sostituito da un Immobile costretto cosi’ agli straordinari. Nel finale di parziale si accende Felipe Anderson: il brasiliano da il la, al 39′, alla bella azione capitolina con conclusione di Lulic ribattuta dall’estremo viola, mentre al 45′ prova lo spunto personale sfiorando il bersaglio grosso.

LaPresse/Alfredo Falcone

Gli ingressi in avvio di ripresa di Simeone ed Eysseric danno più sostanza alla manovra dei toscani, che guadagnano campo senza creare grossi patemi a Strakosha, costretto al 3′ ad accartocciarsi sul tiro di Veretout. Felipe Anderson non gradisce la sostituzione con Lukaku, l’estremo laziale deve superarsi al 20′ per dire di no ad un gran diagonale di Chiesa indirizzato proprio all’angolino. Al 27′ Immobile ruba palla a Vitor Hugo per involarsi, trovando all’ultimo momento il salvataggio proprio del difensore viola. La gara si fa nervosa e perde quel fascino avuto nel primo tempo, Lulic al 37′ ha anche la palla per il raddoppio ma conclude da fuori troppo debolmente. Nel finale anche la Fiorentina patisce la stanchezza ed il suo forcing non produce effetti: la Lazio mantiene agevolmente il vantaggio minimo e passa in semifinale con merito. In attesa di sapere se affrontare il Milan di Gattuso o l’Inter di Spalletti. (ITALPRESS).

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE