cagliari - sampdoria
LaPresse/Alessandro Tocco

La doppietta di Quagliarella nel primo tempo illude la Sampdoria, Farias e Pavoletti nella ripresa permettono al Cagliari di agguantare il pari

cagliari - sampdoria
LaPresse/Alessandro Tocco

Spettacolare pareggio tra Cagliari e Sampdoria, che dominano un tempo a testa e chiudono il match sul 2-2, grazie alla doppietta di Quagliarella, al fortunoso gol di Farias e alla rete di Pavoletti. Parte meglio il Cagliari, con lo scatenato Pavoletti, ex genoano, che contro i blucerchiati sente aria di derby e mette subito in difficoltà la difesa ospite. Risponde Quagliarella, ma la sua conclusione a impegnare Cragno viene giudicata irregolare dall’arbitro per un fuorigioco di partenza. Il Cagliari è molto aggressivo e con Joao Pedro, su assist di Faragò, mette pressione a Viviano. A passare in vantaggio è invece la Samp, grazie a capitan Quagliarella che e’ bravissimo ad anticipare Romagna e a infilare sotto le gambe di Cragno il pallone splendidamente servito da Ramirez. La coppia Quagliarella-Ramirez si ripete dopo nemmeno dieci minuti: errore di Padoin e la palla finisce all’ex Middlesbrough che, di tacco, smarca il capitano blucerchiato, che di sinistro realizza il 2-0. Il Cagliari sembra un pugile stordito e la Samp affonda il colpo con Torreira, ma Cragno si supera sul suo inserimento. Il Cagliari è decisamente in giornata sfortunata anche dal punto di vista degli infortuni, visto che dopo aver perso Rafael in fase di riscaldamento, deve rinunciare nei primi quaranta minuti anche a Ceppitelli, Faragò e Dessena, sostituiti per motivi muscolari. Prima della fine del tempo, Ramirez fa partire un missile terra-aria indirizzato verso l’angolino, ma è superlativo Cragno a deviare in corner con le unghie.

cagliari - sampdoria
LaPresse/Alessandro Tocco

C’è ancora il tempo per un bel colpo di testa di Ionita, che però si spegne alto. La ripresa si apre con il solito Pavoletti pericoloso di testa, ma la sua conclusione non spaventa Viviano. Si fa vedere anche Zapata, di forza su Pisacane, ma Cragno chiude lo specchio. A riaprire il match ci pensa Viviano, che su di un innocuo retropassaggio, invece di passare il pallone al compagno più libero decide di rinviare lungo, ma colpisce sulla schiena Farias, con il pallone che rotola fino in porta. Il portiere blucerchiato si riprende alla grande però due minuti più tardi, quando su cross di Van del Wiel, Pavoletti colpisce di testa a botta sicura, ma Viviano devia miracolosamente in angolo. Il Cagliari rimette in piedi una partita che sembrava maledetta al quarto d’ora della ripresa, quando Pavoletti di testa su cross di Ionita anticipa Silvestre e pareggia. Ora è il Cagliari ad avere il vento in poppa e per un soffio Farias non trova la rete del 3-2. Nel finale ci prova anche Caprari, dopo un grande controllo, ma sulla sua strada trova prima Cragno e poi Van del Wiel. All’ultimo minuto la Samp torna a credere nei tre punti con Caprari e Quagliarella, ma il portiere ex Benevento si dimostra molto prezioso. (ITALPRESS).