Shaun Livingston ha colpito l’arbitro con una testata nel match contro Miami, ed è stato espulso: l’NBA però ha sospeso anche il direttore di gara

A volte in campo capita di perdere la testa. L’adrenalina del momento, la troppa competitività e magari un momento no della gara possono portare anche i giocatori più tranquilli a compiere un gesto sconsiderato. È quanto accaduto a Shaun Livingston durante il match contro i Miami Heat. Livingston nel corso di un duro faccia a faccia con l’arbitro Kirkland ha oltrepassato il limite della normale protesta, venendo a contatto con il direttore di gara. I due sono arrivitati fronte contro fronte, ma va segnalato che anche l’arbitro ha reagito all’atteggiamento provocatorio del playmaker di Golden State. Livingston è stato espulso e successivamente sospeso dall’NBA per una gara, ma la Lega ha voluto esaminare a fondo il caso. La NBA ha deciso anche di sospendere l’arbitro per una gara riconoscendogli parte della colpa del contatto contro il giocatore.

#shaunlivingston gets ejected!!

Un post condiviso da BASKETBALL VIDEOS DUNKS NEWS (@bball_lounge) in data:

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE