Dybala, questa Juventus non ti merita: Allegri e la ‘follia’ di quelle regole uguali per tutti

SportFair

Allegri sta facendo perdere la Joya a Dybala: la verità è che questa Juventus (e questa Serie A) non merita Paulo

Allegri, Juventus
LaPresse/Marco Alpozzi

“A Paulo Dybala devono girare le scatole per fare bene”, Max Allegri dixit. Tutto molto bello, già. Ma non è così che funziona, no. La verità è un’altra: questa Juventus non merita la Joya. Talento sopraffino, di quelli che fanno girare la testa: la panchina, Paulo, non dovrebbe vederla mai. E invece non è cosi: perché l’allenatore bianconero cerca di ‘rinchiuderlo’ all’interno di tatticismi che non fanno altro che fargli perdere il sorriso. La Joya, già. Dicono che non si alleni più come un tempo, che è troppo distratto da una vita privata troppo movimentata: il nostro pensiero è che Paulo dovrebbe essere libero di fare ciò che vuole (nei limiti ovviamente del consentito), perché i talenti come lui vanno solo protetti e coccolati. Smettiamola di dire che le regole sono uguali per tutti, non può essere così: Pualo merita un trattamento speciale, Dybala è un talento che merita di essere felice. Senza vincoli, senza polemiche. Senza la gabbia nella quale Max Allegri sta provando a rinchiuderlo. Prima che sia troppo tardi, prima che il Barcellona (o il Real) prepari lo scippo.

Condividi