LaPresse/Stefano De Grandis

Jean Todt è stato confermato per la terza volta presidente della FIA, Angelo Sticchi Damiani invece è stato eletto  vice presidente mondiale sport della Federazione Internazionale dell’Auto

LaPresse/Photo4

Come ampiamente anticipato, Jean Todt resta presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, iniziando il suo terzo ed ultimo mandato. In carica dal 2009, il dirigente francese è stato l’unico candidato in questa tornata elettorale, garantendosi quindi la possibilità di guidare la FIA dino al termine del 2021, anno in cui chiuderà definitivamente la sua avventura a capo della Federazione.

“E’ gratificante aver avuto un supporto così ampio. Vorrei ringraziare tutti i club membri della FIA per il loro sostegno. Considero questa elezione come una conferma della direzione che la FIA ha assunto sotto la mia guida e un incoraggiamento a proseguire il programma che abbiamo perseguito negli ultimi anni. L’innovazione è essenziale se la FIA vuole proseguire a migliorare e prenderle il posto che le spetta nel mondo come leader nello sviluppo della mobilità e degli sport motoristici. Per incoraggiare tutto questo, proponiamo di istituire un fondo per l’innovazione della FIA. La mia ambizione resta che la nostra Federazione continui a sforzarsi per essere la migliore istituzione possibile. Debba essere più forte, più intelligente, sicura, professionale e rispettata a livello globale”.

LaPresse/Fabio Cimaglia

Dall’Assemblea Generale della FIA arrivano notizie positive anche per l’Italia, dal momento che Angelo Sticchi Damiani è stato eletto vice presidente mondiale sport della FIA per i prossimi 4 anni. Un riconoscimento di prestigio per il presidente dell’ACI, come sottolineato da lui stesso al momento dell’elezione:

“L’Italia esce ancora una volta rafforzata, in quanto oggi dispone di una vicepresidenza, e di un posto nel Senato FIA con Maria Angela Zappia oltre ad essere presente in due nuove Commissioni particolarmente prestigiose. Una rappresentanza che consentirà al nostro Paese di esercitare un ruolo sempre più significativo nella definizione di politiche fondamentali per tutti i cittadini: una mobilità sempre più sicura, efficiente, pulita e uno sport automobilistico sempre più spettacolare ed emozionante, ma anche laboratorio di ricerca e tecnologie, modello di importanti valori culturali e sociali”.