Brignoli, la confessione è divina: “ho sentito una voce che mi diceva…”

Clamorosa confessione del portiere del Benevento Brignoli che svela un retroscena che ha preceduto di pochi secondi il gol al Milan

Brignoli
LaPresse/Gerardo Cafaro

“Non è che non ci credo ancora ma le possibilità di fare un gol per un portiere sono veramente molto basse. Sono felice per tutti: per il presidente, che non ha mai detto una parola fuori posto, per i compagni e per tutta la gente che ci sostiene costantemente”. Cosi’, ai microfoni di Sky Sport 24, Alberto Brignoli, che ha deciso la sfida Benevento-Milan, siglando di testa il definitivo 2-2 al 49′ della ripresa. “Ho sentito una voce, ma non so chi, che mi hanno detto ‘sali’. Io sono andato in area e d’istinto ho colpito di testa con un tuffo piu’ da portiere che da attaccante. Dopo tanti mesi di sacrifici ci meritavamo questa gioia inaspettata”, ha aggiunto l’eroe di giornata. “La salvezza? Lavoriamo per questo e vogliamo inseguire il nostro sogno sino alla fine”, ha concluso Brignoli. (ITALPRESS).