Sparatoria a Pegli, terrore per i giocatori del Genoa: il racconto (anonimo) da incubo dei rossoblù

Scene da Far West a Pegli: sparatoria sul casello autostradale di Genova, a due passi dal centro sportivo del Genoa. Il racconto dei rossoblù è da brividi

Una sparatoria che ha portato al ferimento di tre carabinieri: una macchina, una Toyota Yaris, che non si ferma all’alt delle forze dell’ordine e inizia a sparare all’impazzata prima di fuggire via. Sembra la scena di un film, invece è quanto accaduto sulla rampa di accesso al casello della A10 di Genova- Pegli, a due passi dal centro sportivo del Genoa. E per i calciatori rossoblù che si stavano allenando proprio a pochi metri da dove è avvenuta la sparatoria sono stati attimi di terrore. Allenamento sospeso e squadra impietrita davanti alla scenda da Far West. Tanto che, come raccolto da ‘il Messaggero’, un dirigente rossoblù – che ha preferito rimanere nell’anonimato – hanno raccontato l’accaduto: “abbiamo sentito delle esplosioni, non abbiamo capito subito di cosa si trattasse. L’allenamento è stato interrotto per cercare di comprendere quello che stava accadendo. Abbiamo sentito anche auto sgommare”.