Sitting Volley – Europei: ecco i convocati azzurri per l’atteso evento di Porec

Partiranno domani alla volta di Porec le nazionali azzurre di Sitting Volley che dal 6 all’11 novembre saranno impegnate nei prossimi Campionati Europei

Per la prima volta nella storia la rappresentativa maschile (2a partecipazione dopo il 2015) e quella femminile (esordio assoluto) affronteranno le migliori nazionali del vecchio continente. L’esordio delle azzurre è ; fissato per il 6 novembre (ore 11.30) contro la Germania, mentre gli azzurri alle ore 19 scenderanno in campo contro la Croazia. Prima dell’inizio della rassegna continentale domenica 5 novembre si svolgerà la l’Assemblea elettiva della ParaVolley Europe con il consigliere federale Guido Pasciari in corsa per la carica di presidente.

Alla vigilia della partenza per Porec queste le parole del ct della nazionale maschile Emanuele Fracascia: “siamo tutti molto emozionati per questo nostro secondo Europeo. Per me poi sarà un evento un po’ speciale dato che sono passato dal campo alla panchina, non vedo l’ora di tornare a vivere certe sensazioni. Rispetto a due anni fa la squadra è arrivata più preparata anche in virtù della costante crescita del movimento nazionale. Molti ragazzi stanno conoscendo un periodo positivo. Il gruppo è unito, sento la stima di tutti, dalla squadra mi aspetto la capacità di dimostrare miglioramenti e di superare i momenti di difficoltà. Al nostro gruppo manca sempre un po’ la parte agonistica; mi auguro quindi che questo Europeo possa essere una grande occasione per la crescita di un gruppo che ha tanta voglia di far bene e di confrontarsi con le migliori squadre d’Europa. Due anni fa chiudemmo la rassegna continentale con zero punti, ovviamente il nostro obiettivo è quello di migliorare, vincendo quindi la nostra prima partita a livello internazionale; siamo tutti alla ricerca di un primo risultato che sarebbe storico. Negli ultimi mesi si è data continuità ad una programmazione di un certo livello. Il primo campionato italiano ci ha poi aiutato per la crescita di tutti e il fatto che cinque dodicesimi della squadra siano venuti fuori proprio da lì ne è testimonianza più eloquente.”

In vista dell’avventura europea anche il ct della nazionale femminile Amauri Ribeiro si dimostra carico ed emozionato: “per le azzurre si tratterà della prima volta assoluta in un Campionato Europeo e quindi è tanta la voglia di scendere in campo e metterci alla prova contro delle avversarie di assoluto livello. La rassegna continentale rappresenta una grande sfida dalla quale possiamo imparare tanto, soprattutto per la crescita del movimento. Il lavoro di preparazione è andato bene, abbiamo sostenuto diversi collegiali e devo dire che la squadra mi è parsa in crescita. Quello che ovviamente ci manca ancora è l’esperienza di gioco, non abbiamo avuto molte opportunità di confrontarci con altre nazionali. Quando l’abbiamo fatto, però, ci sono stati riscontri positivi come nel torneo in Ungheria quando su quattro partite ne abbiamo vinte tre. Il nostro è sicuramente un girone tosto, affronteremo delle avversarie molto forti, tra cui l’Ucraina che si è aggiudicata l’ultimo Campionato Europeo. Io da questa competizione mi aspetto di vedere un’ulteriore evoluzione del gruppo, anche perché escluse Stati Uniti e Cina, all’Europeo saranno presenti le presenti le migliori nazionali al mondo e quindi ogni partita sarà utile per fare esperienza e crescere.”

GLI AZZURRI: Massimo Barossi, Federico Blanc, Lorenzo Campana, Matteo Cavagnini, Giuseppe Di Mare, Michele Emanuele Di Ielsi, Massimo Paolo Gamba, Sergio Ignoto, Paolo Mangiacapra, Fabio Marsiliani, Riccardo Scendoni, Federico Ripani.
STAFF: Emanuele Fracascia (1° allenatore); Fabio Fonte (2° allenatore); Angelo Pizzolato (medico); Glauco Ranocchi (prep. atletico); Antonella Iemma (fisioterapista); Massimo Beretta (team manager).
LE AZZURRE: Maria Agostino, Giulia Aringhieri, Raffaella Battaglia, Giulia Bellandi, Silvia Biasi, Francesca Bosio, Eva Ceccatelli, Sara Desini, Michela Magnani, Erika Novarria, Roberta Pedrelli, Alessandra Vitale.
STAFFAmauri Ribeiro (1° allenatore); Fabio Ormindelli (2° allenatore); Angelo Pizzolato (medico); Glauco Ranocchi (prep. atletico); Mattia Pastorelli (fisioterapista); Manila Vilella (team manager). 

I Gironi Maschili

Pool A: Italia, Croazia, Polonia.
Pool B: Bosnia ed Erzegovina, Ungheria, Serbia, Georgia.
Pool C: Russia, Olanda e Lettonia.
Pool D: Germania, Ucraina e Turchia.

Il Calendario degli azzurri

6 novembre Croazia-Italia ore 19; 8 novembre Italia-Polonia ore 17.45.

La Formula

Le prime classificate di ogni pool si qualificheranno ai quarti finale dove affronteranno una delle seconde classificate (tramite sorteggio) ad esclusione di quella già affrontata nel girone. Le restanti cinque formazioni verranno inserite in un unico raggruppamento e si contenderanno i posti dal 9° al 13°.

I Gironi Femminili

Pool A: Croazia, Slovenia, Finlandia, Ungheria.
Pool B: Italia, Russia, Ucraina, Germania, Olanda.

Il Calendario delle azzurre

6 novembre Germania-Italia ore 11.30; 7 novembre Italia-Olanda ore 12.15; 8 novembre Italia-Ucraina ore 11.30.

La Formula

Le vincitrici di ogni girone si qualificheranno direttamente alle semifinali, mentre le seconde e le terze (2A vs 3B, 2B vs 3A) si affronteranno per determinare le altre due formazioni semifinaliste. Le due squadre perdenti giocheranno la finale 5°-6° posto, mentre le restanti 3 formazioni saranno inserite in una pool con i palio i piazzamenti dal 7° al 9°.