Vincenzo Nibali
Credits: Sidi

L’azienda italiana Sidi anche per la prossima stagione correrà con Vincenzo Nibali nelle principali gare del WordlTour

Vincenzo Nibali
Credits: Sidi

Giornata speciale quella in casa Sidi. Del resto non può che essere così quando l’ospite si chiama Vincenzo Nibali. Lo Squalo ha fatto visita a Dino Signori e a tutto lo staff Sidi. Il clima era quello sereno e disteso dei momenti di festa. È stata l’occasione giusta per fare un bilancio di questo primo anno della nuova esperienza di Nibali in maglia Bahrain Merida ma anche per gettare le basi della nuova stagione. Si perché il 2017 è terminato da poco ma è già tempo di guardare al 2018, a dicembre il primo raduno del team in Croazia, sull’isola di Hvar, e poi il debutto agonistico come da tradizione a fine gennaio in Argentina alla Vuelta a San Juan.

Vincenzo Nibali
Credits: Sidi

Anche nel 2018 ai piedi di Vincenzo Nibali e di tutti i corridori del Team Bahrain Merida ci saranno le calzature Sidi Shot, il modello top di gamma della collezione strada. Sidi ha dedicato una grafica speciale alla calzatura del Team Bahrain Merida. Un vero gioiello di tecnologia e design che già quest’anno è stata proposta con grande successo in una limited edition, disponibile nei migliori negozi di ciclismo, anche al pubblico degli appassionati. Nella stagione 2017, nell’anno dell’esordio, il Team Bahrain Merida ha regalato a Sidi 12 vittorie tra cui chiaramente spiccano i successi di Vincenzo Nibali che sono: il Giro di Croazia, ma soprattutto una tappa al Giro d’Italia, il tappone alpino con lo Stelvio, una tappa alla Vuelta e la vittoria del Giro di Lombardia. Senza dimenticare che Nibali è salito sul podio finale sia al Giro, terzo dietro Dumoulin e Quintana, che alla Vuelta, secondo alle spalle di Froome.

Vincenzo Nibali
Credits: Sidi

Per tutto il Team Bahrain Merida l’obiettivo per il 2018 è quello di crescere ancora e soprattutto di vincere. Ricordiamo che Nibali è l’unico corridore in attività ad essere riuscito nell’impresa di vincere Tour de France (2014), Giro d’Italia (2013 e 2016) e Vuelta di Spagna (2010). A questo vanno aggiunte le due vittorie al Giro di Lombardia (2015 e 2017). Impresa non da poco nel ciclismo moderno riuscire ad essere competitivi e vincenti sia nei grandi giri che nelle grandi classiche di un giorno. Per definire bene gli obiettivi del 2018 bisognerà aspettare ancora qualche giorno. Mercoledì ci sarà la presentazione ufficiale del Giro d’Italia. Poi lo Squalo deciderà se concentrasi sul giallo del Tour, sul rosa del Giro o magari su entrambi. Di sicuro tra gli obiettivi dello Squalo nella prossima stagione c’è quello di mettere in bacheca un’altra grande classica, la Liegi-Bastogne-Liegi per esempio. Guardando al futuro poi per completare davvero il suo già ricco e invidiabile palmares ci sono anche il sogno di un titolo mondiale, l’annunciato duro percorso in Austria del 2018 sorride agli scalatori, e perchè no quello di una medaglia olimpica, a Tokyo 2020, magari prendendosi la rivincita sulla sfortuna avuta a Rio 2016. Per un campione come Vincenzo Nibali nulla è impossibile.