Mario Sconcerti

Clamoroso affondo di Mario Sconcerti, analisi durissima nei confronti della nostra Serie A: “ecco il livello del nostro campionato”

LaPresse/Alessandro Tocco

Un parere destinato a far discutere, come sempre d’altronde. Perché Mario Sconcerti, tre le migliori firme del giornalismo italiano, lancia una bordata al nostro campionato. Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Sconcerti si esprime così sul livello della nostra Serie A:

“Questo campionato sarà deciso dagli scontri diretti tra le prime cinque squadre in classifica. Icardi è sicuramente un grande centravanti ma anche Higuain, Mertens e Dzeko lo sono. L’Inter è incompleta: ha bisogno di una grande mezzala. So che Spalletti ha perplessità su Gagliardini. Pastore è un trequartista pure. Se lo prendi nessuno avrà da ridire ma serve uno alla Nainggolan. Cagliari? Hanno un bomber come Pavoletti, che da quando è tornato ha cominciato a fare gol. Juventus? Il suo vero rischio è di deconcentrarsi contro i piccoli avversari, perché è stanca di questo. Ci sono quindici squadre di seconda fascia in A e non è scontato. Ma con avversari come il Napoli tornerà la miglior Juve, è l’avversario più adatto senza dubbio. Sampdoria? L’errore ieri è stato intrinseco. La Samp ama attaccare e il Bologna non vedeva l’ora per poter ripartire”.