LaPresse/ Johann Groder

Nulla da fare in Canada. Il meteo inclemente che colpisce Lake Louise non lascia tregua ad atleti e organizzatori e ha costretto la giuria a cancellare sin dall’alba anche la seconda prova cronometrata sulla Men’s Olympic. Nevica pesantemente ormai da due giorni sulla località canadese e non ci sono le condizioni per poter disputare la prova. Rimane dunque solo venerdì per effettuare la prova necessaria allo svolgimento della prima discesa stagionale.

Saranno nove gli azzurri al via: Dominik Paris, Peter Fill, Christof Innerhofer, Emanuele Buzzi, Werner Heel, Matteo Marsaglia (al rientro dopo 21 mesi di lontananza dalle competizioni), Guglielmo Bosca, Alexander Prast ed Henri Battilani. L’Italia, però, in gara può schierare al massimo otto atleti.

L’Italia vanta complessivamente nove podi nell’appuntamento canadese: Peter Fill si impose in discesa nel 2008, fu secondo nel 2015 e terzo nel 2006, così come fu terzo in supergigante nel 2015. Dominik Paris vinse in discesa nel 2013 e fu terzo in supergigante nel 2014, Werner Heel su secondo in discesa nel 2009, e Patrick Holzer secondo in supergigante nel 1991, mentre Herbert Plank divenne il primo italiano a salire sul gradino più alto del podio in discesa nel 1980.