LaPresse/Reuters
Nel giorno della prima discesa stagionale gli occhi atleti e tecnici è rivolto al meteo di Lake Louise, che ha costretto gli organizzatori a cancellare le prime due prove cronometrate in programma e ha permesso, ieri, di mettere in scena una prova con pista resa difficile dal caldo eccessivo e dalla neve molle, bagnata dalla pioggia. Non dovrebbero invece esserci problemi per la disputa della discesa di oggi. Yr.no, il meteo più consultato dai tecnici azzurri, dice di un cielo coperto, che si dovrebbe aprire proprio per l’inizio della gara, con temperature che variano dai – 10 C° ai – 8, senza precipitazioni. L’auspicio di tutti, quindi, è che la neve si sia un po’ indurita, nella notte, e che si possa gareggiare su una neve un po’ più ghiacciata rispetto a quella della prova. Non sarà influente neppure in vento, dato a un metro al secondo in direzione sud-sudovest.
Cambieranno ancora le condizioni in vista del superG di domenica, dopo una nottata con precipitazioni nevose, anche se non eccessive. Si alzeranno le temperature per arrivare attorno ai – 5 C° e salirà anche il vento fino a 2 metri al secondo, da sud-sudest. Attorno alle 12, l’orario previsto per la gara, si intensificherà la nevicata e sarà proprio questo che potrebbe mettere a rischio lo svolgimento del SuperG. Vedremo se ci sarà un’evoluzione nelle previsioni delle prossime ore.