I vice campioni nazionali si impongono tra le coppie di artistico nell’ottava tappa stagionale delle ISU Challenger Series. Successo anche per il 19enne milanese, primo con record personale a quota 232.98 punti

marchei
Mattia Giacomello

Si tinge d’azzurro la Varsavia Cup 2017: nel week-end che ha regalato all’Italia il podio di Della Monica-Guarise(Ice Lab) nel circuito di Grand Prix, arrivano anche i successi di Matteo Rizzo (Ice Lab) e Marchei-Hotarek(Aeronautica Militare-Fiamme Azzurre) nell’ottava tappa stagionale delle ISU Challenger Series. In Polonia i vice campioni tricolori tra le coppie di artistico dominano la gara sin dall’inizio, primi nel corto così come nel libero per un punteggio complessivo di 193.14, secondo miglior risultato di questo inizio di stagione dopo il 193.63 realizzato a Mosca in occasione della Rostelecom Cup. Ottavo invece l’altro tandem azzurro formato da Ghilardi-Ambrosini (Ice Lab) a quota 137.56.

matteo rizzo
Mattia Giacomello

Gli altri due italiani in gara erano invece impegnati nell’individuale maschile, prova conquistata dal 19enne milanese Matteo Rizzo (Ice Lab), bravissimo a imporsi firmando il primato personale con 232.98 punti, in virtù del record siglato oggi in un secondo segmento da 157.34. Un’altra grandissima performance dunque per il giovane azzurro, che sta vivendo una stagione super costellata di ottimi risultati e primati in serie. Termina invece al posto Adrien Bannister (Ice Lab), nono con 174.10 punti.