Credits: Instagram @TripleH

NXT Takeover: War Games, il PPV dello show giallo ripropone lo storico “War Games match”: Triple H ha svelato tutti i retroscena di questa particolare scelta

Rich Freeda

Dalla giornata di sabato l’universo WWE si stabilirà a Houston per quattro giorni di assoluto spettacolo: NXT, Survivor Series, Raw e SmackDown, uno dietro l’altro per un poker di serate di grande wrestling. Ad aprire le danze sarà NXT Takeover: War Games, il PPV dello show giallo che avrà come match di punta la sfida fra Undisputed Era, SAnitY e Authors of Pain con Roderick Strong. La sfida sarà caratterizzata dalla stipulazione “War Games”, molto usata in passato ma che da 20 anni non veniva più riproposta. Nella giornata di ieri, SportFair ha preso parte ad una conferenza stampa nella quale Triple H ha promosso lo show, svelando dei particolari interessanti. Innanzitutto HHH ha voluto ringraziare Houston per aver dato la possibilità alla WWE di svolgere lo show nella città texana, teatro qualche settimana fa di una vera e propria devastazione causata dall’uragano Harvey.

“sono molto contento e desideroso di vedere NXT Takeover, questo fine settimana al Toyota Center di Houston. Prima però mi piacerebbe dire ringraziare la città di Houston per averci accolto nonostante gli urgani, le inondazioni e i disastri naturali di proporzioni epiche. Houston rappresenta un gran mercato per noi e i suoi fan sono fra i più appassionati dell’intero universo WWE, per questo sono molto contento dell’appoggio ricevuto e di come stanno andando le vendite dei biglietti. Staremo lì 4 giorni, con NXT Takeover: War Games al sabato, Survivore Series domenica, Raw e SamckDown lunedì e martedì. Spero che venga molta gente e potremo festeggiare insieme la vittoria delle World Series e far sorridere i volti degli spettatori che è quello che facciamo sempre”.

Successivamente Triple H ha parlato della reintroduzione della stipulazione “War Games“, avvenuta con il ritorno di Starccade (solo una coincidenza). Hunter ha spiegato come la federazione abbia diversi assi nella manica da giocarsi al momento opportuno. Ci saranno anche in futuro diversi eventi del passato che si potranno riproporre, in una veste tutta nuova e che si adatti ai tempi moderni. Triple H ha inoltre spiegato come e perchè si sia deciso di apportare delle modifiche all’idea originale di Dusty Rhodes, creatore del War Games match (ci sarà una gabbia per squali, non ci sarà il tetto ritenuto ‘limitante’ e la vittoria potrà avvenire anche per conteggio e non solo per sottomissione):

“penso che ogni volta che passano 20 anni fra due eventi, qualunque essi siano, hai sempre l’opportunità d fare le cose in maniera leggermente diversa, pretendendo però che esse siano migliori.  Non voglio dire che ci fossero cose da aggiustare, ma c’erano cose che risultavano strane e che volevamo cambiarle e in questo senso la storyline ci ha aiutato ad avere un match con 3 team. Quando ci è venuta l’idea di reintrodurre il War Games match, la storyline si adattava perfettamente ai 3 team presenti. Non abbiamo gruppi di 5 persone, quindi abbiamo dovuto modificare diverse cose, abbiamo dovuto modificare alcune cose, alcune componenti come lo stile credo che sia cambiato rispetto a 20 anni fa ti parlo guardando al futuro. Inoltre non abbiamo Arn Anderson che fa mounsault dalla cima della struttura e ci sono anche differenze sul come va avanti il business. Sono nuove opportunità per fare delle nuove cose. Personalmente non sento che abbiamo cambiato il concept e continuerà ad essere lo stesso scenario dal momento che il combattimento non inizierà realmente quando tutti i membri di tutte le squadre saranno sul ring, ci saranno squadre in vantaggio e squadre in svantaggio… però credo che il concetto non si stato toccato, ci sono piccoli cambiamenti che vengono incontro alle nuove generazioni e che speriamo che siano migliori di quelli originali”.

Per leggere le parole di Triple H in merito al possibile match contro Kurt Angles a WrestleMania 34 clicca QUI