NBA – Crisi Cleveland Cavaliers, LeBron James si sfoga: “non siamo una buona squadra. Qualcosa non va ma…”

SportFair

Dopo la sconfitta contro gli Indiana Pacers, LeBron James ha espresso tutto il suo disappunto, parlando delle difficoltà dei suoi Cleveland Cavaliers

LaPresse/Reuters

Adesso possiamo dirlo ufficialmente: i Cleveland Cavaliers sono in crisi. Dopo le sconfitte contro Brooklyn Nets, New Orleans Pelicans e New York Knicks, ieri notte per i Cavs è arrivato il quarto ko di fila. A violare la Quicken Loans Arena di Cleveland, Ohio, sono stati gli Indiana Pacers, capaci di ottenere una prestigiosa vittoria in trasferta sul campo dei vice campioni in carica, con il punteggio di 107-124. In qualità di leader dei Cleveland Cavaliers, LeBron James ha parlato dei problemi della squadra, lasciando fuoriuscire tutto il suo dispiacere per un inizio di stagione negativo che il nativo di Akron non viveva dall’annata da rookie, circa 13 anni fa. Il problema è che con tanti volti nuovi in squadra, diverse assenze e poco tempo per allenarsi fra una sfida e l’altra, i Cleveland Cavaliers non riescono nemmeno a capire fino in fondo su cosa dover intervenire.

Abbiamo l’opportunità di essere davvero una buona squadra ma adesso siamo incapaci di dimostrarlo – ha dichiarato LeBrons James nel post partita – Stiamo cercando di scoprire cosa c’è che non va e purtroppo non abbiamo neanche il tempo di allenarci per migliorare ciò che stiamo sbagliando”.