LaPresse/Alessandro La Rocca

Andrea Dovizioso senza peli sulla lingua: il ducatista contento per le soddisfazioni personali, ma alle critiche risponde a tono

LaPresse/Stefano Porta

Il sogno Ducati è svanito a cinque giri dal termine del Gp di Valencia, con la doppia caduta di Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso. Il forlivese del team di Borgo Panigale, anche se il titolo è andato a Marc Marquez, può ritenersi soddisfatto per la strepitosa stagione, ricca di emozioni e grandi risultati. In tantissimi adesso guardano Dovizioso con occhi diversi, perchè Andrea è stata una vera e propria scoperta, non solo sportivamente parlando, ma anche umanamente. Un ragazzo sincero e schietto, che non cerca lo scontro, diplomatico e quasi mai polemico, apprezzato da tutti nel paddock, anche dai rivali. Dovizioso è il primo a dirsi sorpreso e felice per questo cambiamento e lo ha ammesso al termine della gara di Valencia, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, senza risparmiare qualche critica a chi pensa che non capiterà più un’occasione come quella di quest’anno:

“sono riuscito a buttare giù muri personali che mi sembravano invalicabili, anche grazie a un lavoro di gruppo. Mi sono gestito molto meglio rispetto al passato, ho fatto la differenza in tante situazioni. Adesso la gente ci guarda (riferito alla Ducati, n.d.r.) e mi guarda con occhi diversi. Quello che mi fa più piacere è essere riuscito a portare il Mondiale fino all’ultimo GP contro Marquez e la Honda. E’ stato un anno consistente: chi pensa che non capiterà più un’occasione così, non capisce di moto. Del resto, c’è chi critica ancora Rossi o Marquez…”