Gigi Dall'Igna
LaPresse/Alessandro La Rocca

Le sensazioni di Gigi Dall’Igna alla viglia del Gp di Valencia: il direttore generale Ducati Corse pronto per l’ultimo round decisivo

Una nuova giornata in pista è iniziata. A breve i piloti della MotoGp scenderanno in pista per la terza sessione di prove libere del Gp di Valencia, ultimo appuntamento della stagione, che decreterà il nuovo campione del mondo. Nella giornata di ieri Andrea Dovizioso è riuscito a star sempre davanti al suo diretto rivale, Mar Marquez, ma domenica in gara non basterà stare semplicemente davanti allo spagnolo: il ducatista infatti deve assolutamente vincere la corsa spagnola e sperare poi in qualche errore di Marquez, che non deve far meglio del 12° posto. Il pilota forlivese non ha nulla da perdere e forse proprio per questo non trapela un filo di tensione nel suo volto e in quello di tutto il suo team. Gigi Dall’Igna, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, però pensa che la tensione arriverà: “forse, ci sarà domenica. Non c’è più niente da fare, l’importante è non fare confusione. Andrea può fare bene, bisogna sfruttare al massimo il potenziale a disposizione”. Una stagione soddisfacente, quella della “rossa” che adesso lotta per il titolo Mondiale. Sei splendide vittorie per Dovizioso e tantissime emozioni, dovute al duro lavoro di tutto il team di Borgo Panigale:

“i test al Mugello e a Barcellona tra aprile e maggio ci hanno fatto capire meglio alcuni aspetti, abbiamo trovato un miglior bilanciamento della moto. Quello è stato il momento chiave. Poi è arrivata la vittoria in Italia: Andrea ha preso una carica che ha mantenuto per il resto della stagione. Dico solo che, complessivamente, sono soddisfatto del nostro bilanciamento: pur avendo ancora dei limiti e dei punti dove migliorare, abbiamo dimostrato di poter gestire bene situazioni differenti. Anche qui a Valencia la DesmosediciGP ha qualche punto negativo in meno rispetto al 2016”