Marc Marquez MotoGp
LaPresse/EFE

Marc Marquez sereno e fiducioso nonostante la caduta nelle Fp2 del Gp di Valencia: lo spagnolo però forse inizia a sentire un po’ di pressione?

E’ Jorge Lorenzo il più veloce della seconda sessione di prove libere del Gp di Valencia. Il maiorchino si è piazzato davanti a tutti, lasciandosi alle spalle il connazionale Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, ancora una volta più veloce del suo rivale Marc Marquez. Finale amaro per il campione del mondo in carica, caduto senza però importanti conseguenze. Lo spagnolo si augura sia l’ultima caduta dell’anno e al termine del primo giorno di prove si è comunque mostrato sereno e soddisfatto, come si evince dalle dichiarazioni riportate da Motorsport.com:

“Spero che sia l’ultima caduta, ma è una cosa che mi auguro sempre! Spingo sempre al massimo ed è difficile riuscire a capire dove sia il limite. Ad ogni modo, siamo veloci. Come ho già detto ieri, cercherò di mantenere inalterato il mio stile di guida, spingendo nelle libere per poi essere un po’ più cauto in gara. Ho perso l’anteriore, ma credo che la caduta sia dovuta al fatto che stavo girando con gomme usate. In ogni caso sono riuscito a girare sul 31”2 ed è un buon passo gara. Di sicuro non sono felice per la caduta, ma meglio oggi che domenica. Certamente servirà anche un pizzico di fortuna perché con una caduta è facile farsi male. Ad ogni modo, se analizziamo le maggior parte delle cadute che ho avuto in questa stagione, sono sempre avvenute nella fase conclusiva delle prove. Dopo aver ottenuto il miglior tempo cerco sempre di spingere un po’ di più, ma non sempre è possibile perché sono già al limite. E’ un qualcosa su cui dovrò lavorare in futuro”.

“Soprattutto durante le libere non mi importa degli altri piloti e di quali gomme stia montando. Oggi ho girato con gomme usate per capire il mio passo gara, per spingere ed essere pronto per domenica qualora sia necessario lottare. Ovviamente quando ho finito le prove ho subito cercato nel monitor dei tempi la posizione di Dovizioso, ma anche quella di Pedrosa e Zarco. Credo che loro due saranno i rivali più ostici questo weekend. Mi sono sentito subito a mio agio con la moto. Questo è importante e mi ha regalato molta confidenza. Dobbiamo continuare a lavorare e restare concentrati. Dopo il warm up vedrò dove si trova Dovizioso, dove mi trovo io e dove saranno gli altri piloti”.