Gattuso e Ancelotti - ph Lapresse
Gattuso e Ancelotti - ph Lapresse

Il Milan non pensa ad Ancelotti per sostituire Vincenzo Montella: ecco cosa nasconde la scelta di affidare la squadra a Gattuso

Gattuso
LaPresse/Spada

Non sarà Carlo Ancelotti a prendere il posto di Vincenzo Montella sulla panchina del Milan, nonostante un sondaggio rossonero nelle settimane scorse. L’ex allenatore del Bayern Monaco segue con attenzione le vicende azzurre, pronto – davanti ad un progetto serio e ambizioso – a diventare il nuovo commissario tecnico della Nazionale azzurra. Dopo l’esonero di Montella, il Milan non ha pensato a nessun altro allenatore: squadra affidata a Gattuso almeno fino al termine della stagione, poi ovviamente saranno i risultati a decidere. Ma il sogno per la panchina del Milan per il campionato 2018/2019 ha un nome ben preciso: Antonio Conte. I contatti indiretti sono già stati avviati nei mesi scorsi, ma la concorrenza intorno all’attuale allenatore del Chelsea è forte. Il Milan però pensa di essere in vantaggio e nelle prossime settimane potrebbero essere dei nuovi approcci.

Leggi anche—> Montella, i retroscena di un esonero: ecco come e perché il Milan ha mandato via l’allenatore

Leggi anche—> Retroscena Milan, che umiliazione per Montella: ecco come gli è stato comunicato l’esonero