Monte
LaPresse/Spada

I rapporti tesi con lo spogliatoio, la furia di Mirabelli, una squadra senza identità: tutti i retroscena dell’esonero di Montella da parte del Milan

LaPresse/Spada

Vincenzo Montella non ha ‘perso’ il Milan all’indomani del pareggio contro il Torino, ma lo ha fatto già da almeno un mese. Giorno dopo giorno, errore dopo errore. Lo 0-0 di San Siro è stata solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso ormai pieno. Perché dopo il ‘miracolo’ sportivo della scorsa stagione conclusa al sesto posto, Vincenzo Montella non è riuscito a ripetersi andando anche sotto il minimo sindacale. Nessuno mai confermerà ufficialmente, ma a spingere per l’esonero di Montella (clicca qui per il clamoroso retroscena) è stato Massimiliano Mirabelli: il rapporto tra i due infatti era ormai arrivato a un punto di non ritorno e gli atteggiamenti e le analisi dell’allenatore rossonero dopo ogni sconfitta hanno fatto infuriare tutta la società. Montella non è stato capace di dare un gioco al Milan: 23 formazioni diverse su altrettante partite disputate sono il segnale di una confusione tattica evidente.

Leggi anche—> Milan, non sarà Ancelotti il nuovo allenatore: ecco la strategia dietro la nomina di Gattuso

Montella, Milan
LaPresse/Spada

Montella non è stato capace di dare un’anima al Milan: bisognava scegliere un modulo, insistere su una formazione, andare dritti per una strada. Lui non lo ha fatto e oggi paga con un allontanamento ormai inevitabile. L’incapacità di sfruttare al meglio una rosa comunque di qualità dopo un mercato che alla società è costato 230 milioni di euro è sotto gli occhi di tutti: i nuovi arrivi erano sempre più spaesati e i vecchi stupiti dall’ottimismo professato dall’allenatore. Senza dimenticare la vicenda preparatore atletico, gestita malissimo da Montella. Una parte dello spogliatoio gli ha girato le spalle (i rapporti erano sempre più tesi nell’ultimo periodo) e la società ha così deciso di non dare più tempo a Montella. Una scelta inevitabile.

LEGGI ANCHE—> Retroscena Milan, che umiliazione per Montella: ecco come gli è stato comunicato l’esonero

LEGGI ANCHE—> Esonero Montella – Bacca al veleno, la ‘vendetta’ è social: il tweet è un attacco diretto! [FOTO]